la natura a Sirmione

Fauna

Una cosa che può colpire chi visita Sirmione nelle sere delle bella stagione sono le rondini; il mattino, specie nelle aree contigue a parchi o a giardini, come quelli di alcuni Alberghi, si può sentire il canto di numerosi uccelli (numerosi soprattutto i passeri, ma anche fringuelli, pettirossi, merli).

germano reale Altri abitatori dell'habitat sirmionese sono i gabbiani, come pure varie specie di uccelli acquatici, tra cui i germani reali e i cigni, divenuti ormai una popolosa colonia.

Se vi inoltrate nelle zone dei parchi a nord dell'abitato del Centro storico non vi sarà difficile incontrare anche qualche coniglio o qualche scoiattolo. Questi ultimi sono abbastanza facili da avvicinare, se si usano le ad esempio evitando movimenti bruschi o rumori che possono spaventare l'animaledovute maniere.

Le acque del Lago di Garda sono ricche di numerose specie ittiche; fra le più conosciute il pregiato carpione (Salmo Carpio) trota la cui presenza sulle mense era apprezzata da personaggi storici quali l'imperatore romano Tiberio, Galeazzo Visconti, Federico III, Maria d'Austria e Giuseppe II.

Altri rappresentanti dei salmonidi sono la trota ed il salmerino. Anche il persico reale, l'anguilla, il coregone ed il luccio sono presenti nel lago. Altri pesci presenti nelle acque del bacino sono la tinca, l'alborella, il cavedano, il barbo, la carpa ed il vairone, della famiglia dei ciprinidi.

L'ittiofauna del lago comprende anche l'agone, altro endemismo del Benaco, la bottatrice, molto ricercata per la bontà delle sue carni senza lische, e il lavarello.

Flora

canneti

Due sono le piante predominanti a Sirmione: olivil'olivo e il cipresso, piante tipicamente mediterranee, attecchite grazie al clima usualmente mite.

Altro elemento caratteristico sono i canneti, che si ritrovano in buona parte della costa non antropizzata.




la Birra dei monaci

Hotel Giardino

p.iva: 01690420987

prenota al Giardino:

valid XHTML | valid CSS | cookies | privacy